Tutta la storia dei detersivi ecologici in scatola Soap

Il 2017 si è appena concluso in modo fantastico!

Grazie a tutte le persone  che hanno abbandonato i loro vecchi detersivi in plastica per spillare a casa il detersivo in scatola Soap, abbiamo evitato la nostra 1^ tonnellata di flaconi di plastica usa e getta!

Vedere com’è cresciuta Soap fino ad oggi mi riempie il cuore di gioia.

Perché non siamo una Multinazionale, Soap è nata come il desiderio di giovani ambientalisti di fare qualcosa per un mondo più pulito. E devo dire che abbiamo già raggiunto un traguardo importante aiutando le persone a lavare senza inquinare in tutta comodità.

Ma facciamo un passo indietro, perché non è sempre stato tutto rose e fiori.
Se vuoi sapere tutta la storia, in questo articolo te la racconterò…

Tutto ebbe inizio così…

Fin da quando ero piccolo, sono stato abituato a riusare le cose. Sono il 3° di quattro fratelli e puoi immaginare quanti giocattoli e vestiti ho ricevuto di seconda mano.

Forse è proprio per questo motivo che sono diventato così contrario all’usa e getta che pervade nella nostra società, perché si può benissimo riusare!

Dicono bene i nostri nonni: sarà capitato anche a te di sentir dire “a casa mia non si butta via niente”. Loro hanno conosciuto una realtà diversa, più rispettosa e vicina alla natura.

Oggi, invece, per colpa dell’usa e getta ci stiamo avvicinando inesorabilmente a continenti fatti di spazzatura e mari di plastica. Lo sapevi che nel 2050 ci sarà più plastica che pesce in mare?

Mi ritengo fortunato, perché ancora oggi a casa mia non si butta via niente: si mangia la verdura dell’orto, si beve l’acqua del rubinetto, si butta l’umido nel compost e si spilla a casa il detersivo.

Sono praticamente nato con questo sano principio e ora desidero metterlo al servizio degli altri.

Per volgere lo sguardo verso un mondo senza rifiuti.

Il mio primo lavoro

Capì quanto era grande il problema dell’usa e getta, all’epoca del mio primo impiego. Avevo 20 anni.

Lavoravo in un centro commerciale come addetto alle vendite per una grande TV satellitare.
Per quattro anni, sei giorni alla settimana, otto ore al giorno davanti ai miei occhi scorreva un via vai continuo di carrelli colmi di prodotti confezionati in plastica usa e getta. Peggio di un fiume in piena!

Beni di prima necessità sempre più confezionati in plastica usa-e-getta: acqua, uova, latte, pasta, yogurt, salumi, detersivi, persino pane e verdure.

Per curiosità iniziai a documentarmi sugli effetti dell’usa-e-getta sull’eco-sistema: è fu una doccia fredda. Stiamo vivendo su questo Pianeta impiegando le risorse di due pianeti e mezzo.

Mi sorge spontaneo chiedermi: ma ne abbiamo forse uno di scorta?

Buttiamo più rifiuti di quelli che riusciamo a smaltire e la plastica ha già contaminato la nostra stessa catena alimentare. Ormai ne parlano anche in TV.

Per questo motivo decisi che non potevo più stare a guardare. Dovevo fare qualcosa o perlomeno provarci e all’età di  23 anni lasciai il mio lavoro con l’obiettivo di evitare un mare di plastica, in un modo o nell’altro.

1° tentativo: Soap l’ecoservizio

Ricordo come fosse ieri le mie prime riflessioni a questo proposito. Partivo sempre dal ricordo di quei carrelli pieni di plastica che vedevo nei centri commerciali e analizzavo prodotto per prodotto per trovare un’alternativa più sostenibile e meno usa e getta. Arrivai così alla conclusione che il mercato dei detersivi poteva fare al caso mio.

Inventai Soap l’ecoservizio. In pratica, consegnavo a domicilio il detersivo col sistema del vuoto a rendere. Consegnavo i flaconi pieni e ritiravo quelli vuoti. Tornavo al mio quartier generale (la cantina dei miei genitori gentilmente concessami), dove lavavo i flaconi vuoti per riempirli di nuovo e così via.

Ai tempi, mi sembrò un’idea geniale, ma ero inesperto e alle prime armi con un’attività.
Soap l’ecoservizio era effettivamente più ecologico, ma anche più scomodo per i clienti.

Spesso si dimenticavano di chiamarmi per ordinarlo, presi da una routine frenetica divisa tra casa e lavoro, e finiva che in molti dopo qualche ordine tornavano al loro vecchio detersivo del supermercato.

Chiusi presto i battenti di questa attività, a soli due anni di distanza. Mi ritrovai punto e a capo, deluso e un po’ scottato, ma non mi arresi. Non volevo rinunciare al mio obiettivo e volevo ancora fare della sostenibilità il mio lavoro.

Dovevo inventarmi, però, qualcosa di meglio per soppiantare i soliti e obsoleti flaconi usa e getta. Mi serviva un modo molto più comodo di lavare.

2° tentativo: Soap il detersivo in scatola

Iniziai a girare in molti saponifici italiani in cerca di qualcosa di diverso e stavo quasi per gettare la spugna, perché non trovavo nient’altro che flaconi, flaconi e flaconi.

Fino a quando arrivai a Verona, al saponificio Chizzoni, un pezzo di storia nel mercato dei detersivi italiani perché è aperto dal 1920.

Finalmente, avevo la sensazione di trovarmi nel posto giusto. Pannelli solari sul tetto, macchine ibride nel parcheggio, storie di impegno sociale incorniciate e appese nell’atrio.

Avevo trovato quello che stavo cercando!

Si mostrarono subito molto disponibili nei miei confronti, mi ascoltarono con interesse quando gli spiegai la mia idea di “eco-praticità” e insieme trovammo il modo di aiutare le persone a lavare senza inquinare in tutta comodità.

Oggi, grazie alla speciale scatola “eco-pratica” Soap, spilli comodamente a casa il tuo detersivo ecologico direttamente dalla scatola al tuo flacone usa e riusa e per un anno non ci pensi più!

Funziona come il vino in cartone, se hai presente. Solo che al posto del vino nella scatola abbiamo messo un detersivo ecologico concentrato, progettato per durare di più e inquinare di meno.

Non il classico detersivo allungato, ma un concentrato vegetale purissimo dermatologicamente testato anche per Nichel, Cromo e Cobalto e certificato VeganOK.

Dura il doppio rispetto a un normale detersivo e con una scatola da 5kg fai fino a 200 lavaggi.
In media, se fai partire 4 lavatrici alla settimana, ti dura un anno.

Non solo ti liberi dal peso e dal pensiero di comprare detersivo al supermercato, ma eviti anche lo spreco del 90% di flaconi di plastica usa e getta, in un anno.

Un bel risparmio pensando al futuro delle prossime generazioni!

Risultati raggiunti

Ho imparato dai miei errori e, come mostra questo grafico, il detersivo in scatola Soap è l’unico in grado di aiutarti a lavare senza inquinare in tutta comodità.

Eravamo pronti, io con tutto lo staff di Soap, non rimaneva che proporre il detersivo in scatola Soap alle persone e aspettare riscontri positivi e finalmente dopo tanti tentativi iniziarono ad arrivare!

    5 star review  Bellissimo pochissimo e profumatissimo! È già il mio detersivo preferito. Da provare!!!

    thumb Bernadette Di Bello
    6/05/2017

    5 star review  Saponi naturali, ottimi sia per il bucato che per le stoviglie. Non puzzano come quelli industriali, sono delicati sulla pelle e li spilli comodamente dalla confezione. Niente plastica, inquinamento a bassissimo impatto. Vegan e non testati sugli animali. Cosa volere di piú? Eccellente.

    thumb Federica Furlan
    5/08/2017

    5 star review  Fino ad ora ho provato il detersivo lavatrice e devo dire che è ottimo!!! Ne basta veramente poco e lava bene! Settimana prossima mi arriva ammorbidente e detersivo piatti non vedo l' ora di provarli e poi vi farò sapere per ora 100 e lode a Soap e a Marco!!!

    thumb Nadia Locatelli
    4/27/2017

    5 star review  Ottimo! Comodissimo da usare, finalmente non devo trasportare i bottiglioni pesanti, e soprattutto ...non butto via tonnellate di plastica! Poi, il fatto che sia un detersivo fantastico, con un ottimo profumo, direi che passa in secondo piano 😀

    thumb Elena Vellani
    3/30/2017

Come vedi, le persone che spillano a casa il detersivo in scatola Soap non solo sono soddisfatte del loro nuovo detersivo ecologico, ma soprattutto sono felici di fare qualcosa di concreto per evitare all’ambiente un mare di plastica. 💙

Se anche tu sei una persona attenta all’ambiente e ti piace l’idea di limitare il tuo impatto ambientale mentre lavi casa e bucato, ecco 6 buoni motivi per abbandonare per sempre i detersivi del supermercato!

detersivi

Ecco 6 buoni motivi per dire ADDIO

AI DETERSIVI DEL SUPERMERCATO

GUARDA IL VIDEO

Il pericolo più grande per il nostro pianeta è aspettare che qualcuno lo salvi per noi.

A presto,
Marco di Soap  💙